Lenticchie biologiche di Poggio del Birbo

Le lenticchie sono un cibo adatto alla prevenzione dell'arteriosclerosi poiché i loro pochi grassi sono di tipo insaturo. La ricchezza di fibre le rende molto utili per il funzionamento dell'apparato intestinale e sono inoltre utili per l'abbassamento del colesterolo.

Contengono isoflavoni, sostanze che depurano l'organismo. Sono particolarmente utili per riequilibrare i disturbi dello zucchero ematico.

La maggior parte delle sostanze contenute nelle lenticchie allo stato crudo varia a seconda del metodo di conservazione o della cottura del seme. Anche il semplice ammollo può causare la perdita di “sostanze buone”.

Le lenticchie nella dieta contemporanea

I dietologi consigliano il loro consumo perché, oltre ad essere molto digeribili, sono alimenti totalmente privi di grassi e di colesterolo.

Le lenticchie sono considerate legumi ad alto valore nutritivo, infatti sono molto ricche di proteine (circa il 24%), vitamine (A, B1, B2, C, PP), sali minerali (calcio, ferro, sodio, potassio e fosforo) e contengono il 2% di olii vegetali. Sono inoltre facilmente digeribili e utili per chi ha problemi di anemia o di esaurimento fisico. Tuttavia a causa dell’elevato valore nutritivo è consigliabile un utilizzo moderato. Per una maggiore assimilazione delle proteine è ideale consumarle insieme a cereali e pasta . Dal punto di vista nutrizionale 100 grammi di lenticchie equivalgono a 215 grammi di carne.

Conservazione

Le lenticchie vanno sempre conservate lontano dall'umidità, e, se sfuse, chiuse in un contenitore di vetro riposto in un luogo fresco, asciutto e buio.In tal modo sono conservabili per un anno e più.

In cucina

Sono ottime sia bollite che stufate, in purea, come primo piatto, nelle zuppe, come contorno.Il piatto più classico è sicuramente "cotechino e lenticchie" pietanza un tempo tipica di alcune regioni oggi entrato nelle abitudini alimentari di tutte le famiglie italiane.

La nostra ricetta consigliata:
lenticchie e cotechino.

Ingredienti per 4 persone:

LENTICCHIE SECCHE (300 gr)
COTECHINO (1 da 700 gr)
CAROTA E CIPOLLA (1)
RAMETTO DI ROSMARINO (1)
COSTOLA DI SEDANO (1)
SPICCHIO D'AGLIO (1)
PROSCIUTTO CRUDO (50 gr)
BURRO (40 fr)
BRODO (1 mestolo)
OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA (3 cucchiai)
SALE

Preparazione:

Tenere a bagno le lenticchie in acqua fredda per 6/8 ore.

Punzecchiare il cotechino con una forchetta, avvolgerlo in un tovagliolo da cucina legato alle due estremità e farlo lessare per circa un'ora e mezza (in alternativa si può utilizzare un cotechino precotto e terminarne la cottura per il tempo indicato sulla confezione).

Nel frattempo far cuocere le lenticchie in acqua bollente e salata per circa 2 ore e scolarle quando saranno al dente.

Preparare un battuto finissimo di carota, cipolla, sedano, rosmarino, prosciutto e aglio e farlo appassire in olio e burro caldi. Unire le lenticchie, mescolare, lasciar insaporire un attimo, quindi irrorare con un mestolo di brodo. Lasciare addensare un po' e rovesciare su un piatto da portata; distribuirvi sopra il cotechino a fette e servire in tavola.

Il Casalino dei Francesi uno degli hotel meglio recensitia Montalto di Castro
I migliori (Hotel in campagna/Casa rurale) Montalto di Castro

Sacchetto in organza alla lavanda i. biologica

Olio essenziale di Rosmarino biologico (ml. 10)

Bagno Schiuma naturale alla lavanda i. biologica (ml. 250)

Zuppa Ceci-Lenticchie-Orzo